La jara jewellery: ricamo di perline e metallo

Il design di La jara jewellery ruota intorno al fatto a mano, al decoro e al ricamo. Motivo quest’ultimo, al centro della collezione attuale del brand, che riproduce su orecchini, bracciali e collane, intrecci di micro-perline colorate. Interessante anche la sua interpretazione dell’uso della corda di cotone. Ci ritrovo qualcosa …

Justin von der Fehr: accessori minimal e chic

Justin von der Fehr li chiama lussi necessari. Ovvero gli accessori, nel cui mondo gravita il designer (e da cui è ossessionato), con le sue collezioni indirizzate ad un pubblico maschile. Tra le categorie sono inclusi anche i bracciali, belli e luxury nella loro semplicità dai dettagli sorprendenti. L’idea ruota …

Jo-lì: simbolismo urban-bohemian

Bracciali dell’amicizia artigianali nati dall’incontro di creatività Made in Italy e saggezza Orientale. Ma anche bracciali multiuso da annodare come collane. Li propone Jo-lì che realizza una serie di bijoux dal contenuto simbolico e dal design urban-bohemian. Di base c’è una filosofia di benessere spirituale, ricerca di fortuna…

significant other: gli opposti si ritrovano in autoctona

È un gioco di opposti la nuova collezione di autoctona, il brand di gioielli dal sapore minimalista di Alessandra Murgia. In significant other è il concetto di dualismo ad aver un ruolo centrale, in una collezione che riprende gli elementi già presenti nelle prime due linee, scomposti e riproposti in …

Tre idee macramé + 1, di Tai, Adele Marie, Pascale Monvoisin e Venessa Arizaga

Si potrebbe definire il macramé l’ancora di salvezza di molti creativi. Sebbene utilizzato ormai da diverse stagioni in ogni possibile combinazione, colore, dimensione, continua ad affascinare designer, artigiani del fai-da-te e pubblico. Recentemente mi sono piaciute 3 idee + 1, di 3 diversi brand che hanno proposto il modello secondo uno &#8230…

Tre idee macramé + 1, di Tai, Adele Marie, Pascale Monvoisin e Venessa Arizaga

Si potrebbe definire il macramé l’ancora di salvezza di molti creativi. Sebbene utilizzato ormai da diverse stagioni in ogni possibile combinazione, colore, dimensione, continua ad affascinare designer, artigiani del fai-da-te e pubblico. Recentemente mi sono piaciute 3 idee + 1, di 3 diversi brand che hanno proposto il modello secondo uno &#8230…

Lo stile etno-bohemian di Pichulik

Un percorso artistico non convenzionale per uno stile artistico non convenzionale. Katherine-Mary Pichulik da cuoca si è avventurata nel mondo dell’arte e poi in quello del gioiello, nel quale sembra trovarsi a suo agio. I suoi bijoux sono fatti di stoffe colorate, corda e cotone. Uno stile etno-bohemian riflesso anche …

Corda e moschettoni. i gioielli di Fern Elizabeth Jelleyman

Colori neon, corda, nodi, moschettoni. Tutto ci colpisce di questa collezione di gioielli non convenzionali realizzata da Fern Elizabeth Jelleyman, designer da poco laureata alla CSM, la cui collezione ne è il risultato. L’ispirazione arriva dalla montagna e in particolare dalla semplicità del materiale da scalata, da lei rielaborato in chiave…

I nodi d’amore di Sequence

Doppio ritorno (al blog e al tema bracciali dell’amicizia), con gli accessori di Sequence. Brand avviato da Ariela Suster stylist ed ex fashion editor di Harper’s Bazaar, In Style e altre riviste di moda, ha nel portfolio interessanti varianti sul tema. L’interpretazione è un nodo d’amore singolo o a più fili intrecciati, realizzato…

Silvia Piantini: stile eclettico industriale

Designer industriale con passione per moda e soprattutto bijoux, l’italiana Silvia Piantini con residenza a Berlino (città nella quale si è trasferita due anni fa e lavora collaborando con un’azienda tedesca), realizza da alcuni anni gioielli, che ha ufficializzato quest’anno, lanciando l’attività. Se il plexi è stata la…