I bijoux catena e crochet di Ikou-Tschüss

Di questo brand, Ikou-Tschüss, avevo parlato a proposito di slow fashion, handmade e manodopera locale, per il tipo di approccio e di risultato raggiunto, bellissimo e originale. E all’epoca non conoscevo ancora i bijoux, che sono stati aggiunti alle collezioni moda e accessori del marchio. Collane e bracciali crochet e metallo. …

Gli ornamenti per il corpo di Namarietti

Una collezione di gioielli-ornamenti per il corpo quella realizzata da Na’ama Rietti, designer-artigiana israeliana, nel cui stile si avvertono elementi legati alla natura. Un limite definirli gioielli, perché quelli di Namarietti sono in realtà delle sculture indossabili, vista le dimensioni e le caratteristiche. La collezione 2013 si ispira…

Vice & Vanity x Saturday: collezione tessuto e perline tribal-chic

È una collaborazione made in Singapore, quella di Vice & Vanity x Saturday. Vice & Vanity è un design studio formato da Vivi Masturah Lim e Aaron Kao, le cui collezioni fondono stile geometrico surreale (che non segue mode e trend, evitando quindi di incanalarsi in stili precostituiti), con materiali opposti come tessuto e plexi. Pur provenendo…

Boet: collane crochet/knitting e ottone

Una delle scoperte più interessanti che ho visto di recente è Boet. Brand giovane di gioielli (collane) di tessuto e catena, è realizzato da Emily Bixler, designer che lavora ai ferri e all’uncinetto cotone, lana, seta, che poi lega, a lunghe catene vintage di ottone. Non è solo la lavorazione, che si dimostra ancora una […]

Wear and Tear: la sperimentazione crochet continua

I bijoux di Wear and Tear non si possono apprezzare completamente se non toccandoli di persona. Come tutti i gioielli ben fatti, sono più belli da vicino che in fotografia, anche se già questa rende bene il prodotto. Perché se a guardali sono belli, a toccarli sono morbidi, fluidi, caldi. C’è una differenza notevole rispetto ad […]

Natale 2011: i regali che non ti aspetti

Estratta casualmente a sorte, per un commento lasciato per un giveaway (di cui neanche mi ero resa conto), ho vinto! Sono troppo felice per questa sorpresa, e così mi sono goduta prima la notizia e poi il pacchetto arrivato via posta da parte di The Indie Handmade Show, il blog tenuto da Maria Marinelli che […]

Lo stile eclettico-concettuale di Laurence Verdier

I bi-anelli con frasi incise, mi hanno ricordato molto quelli proposti dall’inglese Katie Rowland. Le catene-crochet, mi hanno fatto pensare a quelle della canadese Arielle de Pinto, anche se in entrambi i casi, i modelli di Laurence Verdier, esprimono ricerche e concetti diversi. La designer francese, realizza gioielli sperimentali dallo stile…

Jodi Busby: reti di seta e minerali

Cristalli, pietre dure e minerali scorrono tra le mie dita da un po’ di mesi, ma avverto un crescente interesse generale nell’aria, che trova conferma in alcuni nomi nuovi. Dopo la Love effetto Superman e Aesa effetto New Age, è la volta di Jodi Busby, che dal Perù è arrivata nella valle dell’Hudson, dove raccoglie […]

Il crochet rock di Studiobosco

Ispirandosi ai vecchi colletti fatti all’uncinetto, che si applicavano a parte sopra agli abiti (soprattutto nel sud Italia), Marco Giugliano e Nicolò Bologna di Studiobosco, hanno reinterpretato la “materia”, restituendo gioielli crochet. Dotati di dettagli rock (catena ma anche spilla scarabeo), questi accessori assumono la funzione…

Venessa Arizaga: anatomia di uno stile pop kitsch

Lo stile di Venessa Arizaga mi ricorda, come già accennato, le sculture realizzate con giocattoli fusi di Robert Bradford, anche se visti da vicino, e toccati, e poi indossati, questi bijoux rispecchiano un gusto più caraibico che artistico (coltivato, non … Leggi l’articolo completo →