Rose di resina e frange di tessuto. Le collane di Kobi van den Akker

La differenza tra noi e quelli di Vogue (nelle sue diverse edizioni), è che quando loro danno spazio ad un designer che non sia già noto, i vantaggi sono: amplificazione massima (sì vanno anche alle sfilate di Parigi e sono pagate per attendere eventi incredibili, ma non scendiamo troppo nel dettaglio…). Quasi sempre però questo […]