I gioielli sensoriali di Nuntaka Nopkhun

Nuntaka Nopkhun, interessante scoperta di Origin, e forse la più “inquietante”. I suoi gioielli sono sensoriali, perché colpiscono più sensi. La vista. Perché sono particolari da vedersi. Il tatto. Perché la materia plastica invoglia al tocco. Ma come tutte le sostanze molli, il desiderio viene frenato dalla repulsione che certe forme…

Le spille dei Little People di Slinkachu

Dicevo appunto dei Little People. Iniziato come progetto di arte temporanea e in strada da Slinkachu, ha riscosso in poco tempo un grandissimo successo. Dovuto sia all’idea, sia al modo in cui è stato comunicato, attraverso il blog. Poi sono venute mostre personali e collettive, fotografie e libro, e infine le spille. Come accessorio parlerò…

Rowena Murray: il fascino romantico del ranocchio

Quando dico che ci sono troppi eventi a Londra (e di tutti i generi), mi riferisco al fatto che hai appena finito di assimilarne uno, e sei pronta a postare su designer e gioielli visti, ed ecco che ne arriva un altro (che non vuoi naturalmente perdere). E se penso che da Collect alla London […]

Lo stile crudo di Redka Stuff

Il termine che trovo più giusto per descrivere le creazioni di Redka Stuff (aka Radka Kovacikova) è crudo. Perché i suoi gioielli fanno una certa impressione. Spesso risultato di studi di ricerca, evocano organi e parti del corpo danneggiate. Più assimilabili da un punto di vista teorico però, che non proprio pratico. E anche quando riproducono…

Märta Mattsson: il lato carino delle cose disgustose

La svedese Märta Mattsson affronta il mondo del gioiello in modo particolare. Le sue creazioni sperimentali, ritraggono spesso in modo carino, temi considerati disgustosi, sbagliati, o che mettono paura. I giochi di bambina, pupazzi di stoffa e animali viventi, si sono trasformati, una volta adulta, in gioielli giocosi. In molte delle sue creazioni…