Penne, piume, pellicce: gioielli primitivi, per moderne cavernicole

Non solo abiti per le Signore delle Nevi, ma anche accessori per moderne cavernicole. Da Louis Vuitton a Daydream Nation a Chris Habana (che ha abbandonato con guadagno, lo stile funky-punkish), gioielli lanosi e pon-pon pelosi. E anche anelli con aquile e forme, che richiamano lo stile navajo degli indiani d’America. Tricot, penne, piume, pellicce…

Borchie con pizzo e stile selvatico per Daydream Nation

E proprio al richiamo selvatico della natura, Daydream Nation ha dedicato la sua ultima collezione, a cui si aggiunge il trend dei tagli sbilenchi, delle piume e delle borchie, sia nell’abbigliamento che negli accessori. Sono cose molto particolari ma molto affascinanti. E poi sono gli unici che hanno pensato di rinnovare la borchia, ricoprendola…

Spitafields: moda, tendenze e artigianato

Ecco i fatti… Considerato da tempo caro ma cool, il vecchio mercato di Spitafields è più di nicchia di Portobello, più trendy di Covent Garden e più chic di Camden, soprattutto per la moda (anche perché non vende antiquariato). Si dice che studenti della Saint Martins ci vadano a vendere i loro esperimenti iniziali, o […]

La perla reinventata da Thakoon Panichgul per Tasaki

Come reinventare un tema classico, elegante ma un po’ polveroso, come le perle, e dargli un’immagine contemporanea, sovversiva e primitiva. Ad aver fatto il passo è stato Thakoon Panichgul, nuovo direttore creativo di Tasaki, compagnia giapponese di gioielli. Non c’è l’ombra del classico filo di perle, bello quando si vuole…

Vanities: braccialetti in stoffa con teschi

Vanities è un nuovo brand francese che fa braccialetti, spille e cose simili, impiegando solo teschietti in osso, scolpiti in stile tribale, con riferimento all’arte africana keniana. Sembra un lavoro piuttosto semplice, una perlina skull, infilata in un ritaglio di stoffa. Ma la ricerca comprende findings e scampoli di vario genere recuperati…

Mode en Module: stile etnico-tribale e tocco sofisticato

Appena ne avrò la possibilità voglio andare da Kabiri e provare tutti i modelli di bijoux proposti da Mode en Module, il brand londinese avviato da Matthew Gill e Ann Nelvig nel 2009. Perché sono meravigliosi nella loro semplicità etnica tribale, con fili di pelle e spilloni. Un risultato incredibilmente chic per una materia relativamente […]

Le cavità primitive di Daniel DiCaprio

Dei lavori di Daniel DiCaprio non mi piace solo l’aspetto estetico, ma anche il pensiero che si nasconde nelle profondità interne scavate dal designer. Anche se in una fase ancora iniziale di sperimentazione, DiCaprio sa già quali sono le tematiche alle quali vuole fare riferimento, quelle cioè del passato, della personalizzazione individuale…

Lo stile rock morbido di Annie Costello Brown

A dispetto dello stile rock (in alcuni casi tribale), la sostanza è morbida. Annie Costello Brown rinnova l’immagine delle catene e delle borchie addolcendole o ricoprendole di pelle, stemperando così l’effetto metal. E a sua volta rende sofisticata la pelle, intrecciandola con perle (finte). La designer ha collaborato con Urban Outfitters…

Wendy Nichol: crini di cavallo, pelle e borchie

In un paio di stagioni la autodidatta designer Wendy Nichol è riuscita a realizzare dei gioielli incredibili, originali e dallo stile ben definito. L’elemento che la caratterizza è la borchia, che ricostruisce nei bellissimi bracciali rigidi in pelle. Ma per la collezione dell’appena passato 2009 ha aggiunto anche elementi di cultura indiana…